Senato&Ambiente


Vittoria del concorso nazionale Senato&Ambiente

Grande soddisfazione per gli studenti della VA Linguistico, IV A classico e IV B classico, guidati dalle docenti Patrizia Drago, Di Pietro Giovanna e Giuseppina Franchina, proclamati vincitori del concorso nazionale “Senato&Ambiente” indetto dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, con il progetto Io differenzio e… faccio la differenza! Indagine conoscitiva sul sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio dei Nebrodi e misure premianti per sviluppare una maggiore coscienza civica e incentivare i cittadini a tenere un comportamento rispettoso dell’ambiente.
La Commissione di valutazione, come si legge nella comunicazione ufficiale, “ha particolarmente apprezzato il progetto, portato a termine nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, ed esprime i più sentiti complimenti per l’entusiasmo e la dedizione con cui i ragazzi, attentamente indirizzati dai docenti, hanno seguito questo percorso formativo volto a far cogliere ai giovani l’importanza dell’esercizio di una cittadinanza consapevole nonché dei valori della tutela e della sostenibilità ambientale. La Commissione ha inoltre valutato positivamente l’impegno con cui gli studenti si sono cimentati nel comprendere e utilizzare gli strumenti conoscitivi e ispettivi di cui il Senato della Repubblica dispone per approfondire le materie su cui è chiamato a deliberare o a esercitare le funzioni di indirizzo e controllo che gli sono proprie”.
A breve, i vincitori, entusiasti ed emozionati, in attesa della cerimonia di premiazione in presenza che si terrà a Roma presso il Senato della Repubblica, saranno premiati durante un incontro organizzato secondo le modalità consentite dalla particolare situazione di emergenza sanitaria.

Senato&Ambiente _2019-2020_selezione _conclusiva210226_105847

Vincitori SENATO-E AMBIENTE-a-s-2020-21

Il palmares del Liceo classico-linguistico “Sciascia”, diretto dalla professoressa Maria Larissa Bollaci, si arricchisce di un altro prestigioso riconoscimento
Nello scorso anno scolastico gli studenti della 5 A Linguistico, IV A Classico e IV B Classico, guidati dalle docenti Patrizia Drago, Di Pietro Giovanna e Giuseppina Franchina, sono risultati vincitori del concorso “Senato&Ambiente”, bandito dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione per l’anno scolastico 2019-20.
La notizia è stata comunicata qualche giorno fa alla dirigente scolastica che ha espresso le congratulazioni agli studenti vincitori ed ai docenti che li hanno seguiti e che saranno premiati nel corso di una cerimonia che si terrà a Palazzo Madama. «Indagine conoscitiva sul sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio dei Nebrodi e misure premianti per sviluppare una maggiore coscienza civica e incentivare in cittadini a tenere un comportamento rispettoso dell’ambiente»: è stato questo il tema del progetto premiato e per il quale la commissione di valutazione, ha espresso «i più sentiti complimenti per l’entusiasmo e la dedizione con cui i ragazzi, attentamente indirizzati dai docenti, hanno seguito questo percorso formativo volto a far cogliere ai giovani l’importanza dell’esercizio di una cittadinanza consapevole nonché dei valori della tutela e della sostenibilità ambientale». Gli studenti hanno svolto un’indagine conoscitiva sul territorio dei Nebrodi relativa al sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti incontrando i sindaci dei Comuni coinvolti e alcuni funzionari dell’ARPA. Avvalendosi, poi, dei dati derivanti dal piano di monitoraggio delle varie realtà municipali e dell’attività di comparazione, sono state proposte soluzioni e metodi alternativi per la tutela dell’ambiente, tema affrontato in una dimensione di patto sociale intergenerazionale: “la terra su cui viviamo non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli”.
Il lavoro di analisi ha preso in considerazione l’uso efficiente delle risorse, la diminuzione degli sprechi ovvero la necessità di attuare scelte politiche compatibili con gli equilibri ambientali.

Fonte: Gazzetta del Sud

foto di gruppo dei partecipanti al progetto

foto scattata in periodo pre-Covid